Sbalzi d’umore durante la menopausa: cause e trattamenti

0
(0)
sbalzi d’umore durante la menopausa

La maggior parte delle donne attraversa la menopausa senza sviluppare un disturbo significativo sull’umore. La menopausa è comunque un momento di cambiamento, e le reazioni emotive sono parte di questo. Quasi un quarto delle donne ha sbalzi d’umore prima, durante o dopo la menopausa.

Le fasi della menopausa hanno specifiche caratteristiche e sintomi

La menopausa avviene, tecnicamente, dopo che una donna non ha avuto il ciclo per un periodo di 12 mesi. Dopo di che, è considerata in postmenopausa, e molte donne vedono le differenze nei loro sintomi emotivi. Dall’inizio alla fine, il processo può durare dai 2 ai 10 anni. Secondo la Società della Menopausa nordamericana (NAMS), quasi il 23% delle donne attraversa gli sconvenienti dell’ormosità prima, durante o dopo la menopausa.

Per alcune donne, specialmente le donne che prendono ormoni o alle quali è stato rimosso l’utero, le alterazioni dell’umore sono la loro prima indicazione che stanno cominciando a passare alla menopausa.

Alcuni aspetti degli sbalzi di umore in menopausa

Alcuni degli aspetti più diffusi degli sbalzi di umore della menopausa includono:

  • Irritabilità: Fino al 70% delle donne descrive l’irritabilità come il loro problema emotivo principale durante le prime fasi della transizione menopausa. Si trovano meno tolleranti e più facilmente infastidite da cose che non le hanno preoccupate prima.
  • Depressione: La depressione è un effetto collaterale emozionale più comune e grave della menopausa. Colpisce fino a 1 su ogni 5 donne mentre attraversa la menopausa.
  • Ansietà: Molte donne provano tensione, nervosismo, preoccupazione e attacchi di panico durante la menopausa.
  • Episodi di pianto: questa tendenza può diventare più pronunciata nelle donne in menopausa, perché si trovano a piangere su incidenti che potrebbero non avere importanza. Tuttavia, le lacrime possono ridurre lo stress poiché permettono alle persone di rilasciare i sentimenti.
  • Insonnia: L’insonnia può contribuire a cambiare l’umore, in quanto interferisce con il funzionamento quotidiano. È comune durante la menopausa, interessando il 40-50 per cento delle donne.

Durante la transizione alla menopausa, i livelli degli ormoni estrogeni crollano, causando variazioni di ampio respiro in tutto il corpo. Molti di questi cambiamenti hanno collegamenti diretti alle oscillazioni di menopausa dell’umore. La diminuzione dell’estrogeno può causare stanchezza, irritabilità e difficoltà di concentrazione. Per esempio, il calo dell’estrogeno è influenzato dal modo in cui il corpo gestisce la serotonina e la norepinefrina, due sostanze che sono state legate alla depressione. Livelli più bassi di estrogeni sono stati legati all’irritabilità, alla stanchezza, allo stress, alla dimenticanza, all’ansia e alla concentrazione di difficoltà.

L’impatto di questi livelli ormonali variabili non può essere limitato a un rapporto diretto causato-effetto con la depressione, la rabbia e l’ansia. Gli spostamenti dell’ormone possono anche intensificare questi sentimenti. A volte, le reazioni si fondono l’una sull’altra, come ad esempio con la sudorazione notturna. Le sudorazioni notturne possono essere così intense che una donna si sveglia e il sonno è interrotto. Poche notti di sonno interrotto possono provocare irritabilità e altre caratteristiche associate alle oscillazioni della menopausa.

Sbalzi d’umore in menopausa: rimedi

Gli esperti hanno scoperto che l’esercizio fisico, la dieta, il sonno sufficiente e l’adozione di amicizie di supporto possono aiutare le donne a superare gli aspetti emozionali della transizione nella menopausa. L’esercizio regolare è un ottimo modo per promuovere la salute mentale e fisica. Essere attivi aiuta ad alleviare lo stress, migliora l’umore e rende più facile mettere i problemi in prospettiva.

I Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC) raccomandano 2,5 ore settimanali di esercizio aerobico moderatamente intenso, ad esempio una rapida passeggiata, più 2 giorni alla settimana di rafforzamento muscolare. La dieta può anche aiutare gli individui a ridurre le oscillazioni di menopausa, in particolare una ricca di proteine e acidi grassi omega-3.

Quanto ti è stato utile questo post?

Clicca sulle stelle per votare!

Voto 0 / 5. Conto voti: 0

Nessun voto. Vota per primo!

Visto che hai trovato utile il post ...

Seguici sui social!

Ci dispiace che non hai trovato utile il post

Dammi un parere

Come posso migliorarlo?

Prodotti consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy Cookie Policy