Le diete vegetariane influenzano i livelli di colesterolo

0
(0)
le diete vegetariane influenzano i livelli di colesterolo

Una nuova revisione di quasi 50 studi relativi alla nutrizione suggerisce che le diete vegetariane influenzano i livelli di colesterolo, più precisamente sono associate a livelli di colesterolo totale più bassi. Gli autori ritengono che questi risultati avranno un impatto sull’assistenza preventiva per le malattie cardiovascolari. Recentemente, i ricercatori di tre istituzioni hanno messo insieme una revisione completa e una meta-analisi degli effetti che il consumo di una dieta a base di piante ha a livello dei lipidi plasmatici, o dei lipidi, del colesterolo e dei trigliceridi, presenti nel sangue.

Alti livelli di colesterolo a bassa densità di lipoproteine (LDL), noto anche come “colesterolo cattivo”, sono stati associati ad un aumentato rischio di sviluppare malattia coronarica (CHD). Anche i livelli di colesterolo totale e il livello dei trigliceridi sono stati associati ad un aumentato rischio di CHD, sebbene il colesterolo HDL (high-density lipoprotein), noto anche come “colesterolo buono”, sia ritenuto un ruolo protettivo nel sistema.

Il team suggerisce che l’iperlipidemia, o colesterolo alto, può essere spesso non diagnosticata e non trattata, il che è uno dei motivi per cui può diventare un pericoloso fattore di salute. Tuttavia, i livelli di colesterolo possono essere tenuti sotto controllo attraverso una dieta appropriata e l’esercizio fisico. La revisione è stata condotta dal Dr. Yoko Yokoyama, della Keio University di Fujisawa, in Giappone, in collaborazione con Susan Levin, che è direttore dell’educazione alimentare presso il Comitato dei medici per la medicina responsabile a Washington, DC, e il dott. Neal Barnard, dal Scuola di Medicina e Sanità della George Washington University, anche a Washington, DC

Le diete vegetariane influenzano i livelli di colesterolo: i risultati pubblicati

le diete vegetariane influenzano i livelli di colesterolo

Il dott. Yokoyama e il team dicono che la loro iniziativa è stata scatenata dalla mancanza di recensioni che hanno come obiettivo “l’associazione tra diete vegetariane e effetti a lungo termine sui lipidi plasmatici”. Una metanalisi esistente, dicono, aveva suggerito che una dieta vegetariana potesse ridurre i lipidi plasmatici, ma non si è soffermata sul potenziale a lungo termine di questo effetto.

I ricercatori hanno esaminato 30 studi osservazionali e 19 studi clinici incentrati sulla relazione tra diete vegetariane e lipidi plasmatici. Gli studi e gli studi inclusi nella meta-analisi dovevano concentrarsi su diete vegetariane, semi-vegetariane e vegane. Nel contesto della revisione, il termine “diete vegetariane” si riferisce a diete che includono solo prodotti a base di carne meno di una volta al mese. Il termine “diete semi-vegetariane” si riferisce a diete che includono prodotti a base di carne “più di una volta al mese ma meno di una volta a settimana”, mentre le “diete vegane” escludono il consumo di prodotti animali. Alcune diete di tipo vegetariano potrebbero includere uova, latticini o pesce.

I ricercatori hanno scoperto che le diete vegetariane, in generale, erano associate a livelli significativamente più bassi di colesterolo totale. Studi osservazionali hanno suggerito che le diete vegetariane erano associate a una concentrazione media di colesterolo totale che era inferiore di 29,2 milligrammi per decilitro. Allo stesso modo, gli studi clinici hanno dimostrato che seguendo una dieta vegetariana si otteneva una concentrazione media di colesterolo totale che era inferiore di 12,5 milligrammi per decilitro.

Sono state osservate alcune alterazioni nei livelli dei trigliceridi a seguito di una dieta a base vegetale, ma non sono state considerate significative. Tutti i risultati sono stati registrati rispetto ad una dieta onnivora o carnivora. Questi risultati, spiegano i ricercatori, sono coerenti con quelli riportati dalle recensioni precedenti. Gli autori ipotizzano che le diete vegetariane abbiano un impatto sul peso corporeo, oltre che sulla salute generale, che può contribuire a regolare i lipidi plasmatici.

“Coloro che hanno seguito schemi alimentari vegetariani per periodi più lunghi possono avere composizioni corporee più sane e una migliore aderenza a una dieta vegetariana, che possono avere entrambi un effetto sui lipidi nel sangue”.

Quanto ti è stato utile questo post?

Clicca sulle stelle per votare!

Voto 0 / 5. Conto voti: 0

Nessun voto. Vota per primo!

Visto che hai trovato utile il post ...

Seguici sui social!

Ci dispiace che non hai trovato utile il post

Dammi un parere

Come posso migliorarlo?

Prodotti consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *