Il cibo salato provoca più fame che sete

0
(0)

Simulando una missione spaziale su Marte, un team internazionale di ricercatori ha osservato che mangiare alimenti salati ha portato ad una maggiore fame rispetto alla sete, almeno a lungo termine. La ragione sembra essere un meccanismo protettivo che conserva l’acqua nei reni.

Un nuovo studio ha sfidato il vecchio detto che mangiare cibo salato produce sete. I ricercatori del centro di Max Delbrûck per la medicina molecolare in Germania e l’Università Vanderbilt nella città statunitense di Nashville hanno studiato il legame tra l’assunzione di sale e le abitudini alimentari in una simulata missione spaziale su Marte.

La squadra ha scelto dieci volontari maschi che sono stati sigillati in una “nave spaziale” per due voli simulati su Marte. Hanno osservato il primo gruppo per 105 giorni e il secondo per 205 giorni. Tutti avevano lo stesso cibo, tranne che per periodi di settimane il loro cibo aveva tre livelli diversi di contenuto di sale (6, 9 e 12g).

I loro risultati sono stati pubblicati nel Journal of Clinical Investigation.
Hanno dimostrato che mangiare più sale ha portato ad urina con un contenuto di sale più elevato e una maggiore quantità di urina. Ma questo aumento non era dovuto al fatto che i volontari stavano bevendo di più.

I ricercatori hanno scoperto che i volontari che sono hanno assunto sale da 6g a 12g hanno bevuto meno per un meccanismo che conserva acqua nei reni o che produce più acqua.

L’ipotesi originale – che gli ioni di sodio e cloruro ricombinati in sale hanno preso le molecole d’acqua e li trascinano nell’urina – sono stati strappati. L’esperimento ha mostrato che il sale è rimasto nell’urina mentre l’acqua si è spostata verso i reni e il resto del corpo.

Gli scienziati hanno dovuto rivedere la loro visione di urea, un prodotto formato nei muscoli e nel fegato come un modo per spargere l’azoto. Esperimenti sui topi hanno mostrato che l’urea si accumula nei reni dove neutralizza la tiratura degli ioni di sodio e cloruro. Ma fare l’urea richiede energia, il che spiega perché i topi su una dieta ad alto sale hanno avuto un appetito più grande. Mangiare cibo salato non aumentava la loro sete, aumentava la loro fame.

I ricercatori spiegano in questo studio che l’urea non è quindi un semplice prodotto di scarto, ma è un composto che si lega all’acqua e aiuta a mantenere l’acqua nel corpo quando si libera di sale. Madre Natura ha trovato un modo di tenere l’acqua che altrimenti sarebbe portata via nell’urina.

Quanto ti è stato utile questo post?

Clicca sulle stelle per votare!

Voto 0 / 5. Conto voti: 0

Nessun voto. Vota per primo!

Visto che hai trovato utile il post ...

Seguici sui social!

Ci dispiace che non hai trovato utile il post

Dammi un parere

Come posso migliorarlo?

Prodotti consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy Cookie Policy