Dieta GAPS

5
(1)
Esempio di schema di dieta Gaps

Hai sentito parlare spesso di “Dieta GAPS” ma non hai capito bene di cosa si tratta? Ti chiedi se possa essere un regime alimentare utile per te o per uno dei tuoi famigliari? In questo caso, è fondamentale che ti informi accuratamente sul funzionamento di questa dieta, sui benefici che ne possono derivare e sulle eventuali controindicazioni. Conoscendo meglio le caratteristiche di questo programma dietetico e le prove a sostegno dei suoi presunti benefici, potrai valutare se si tratta di una dieta adatta alle tue esigenze o a quelle dei tuoi cari. In questo articolo vogliamo spiegarti in modo chiaro e semplice che cos’è la dieta GAPS, a cosa serve, a chi è rivolta e se presenta dei rischi.

Ecco allora tutto ciò che devi sapere sul protocollo alimentare GAPS!

Programma dietetico GAPS: che cos’è?

La Dieta GAPS viene proposta come una vera e propria “terapia naturale” capace di aiutare i soggetti che soffrono di determinate condizioni psichiatriche e neurologiche a migliorare il proprio stato di salute fisico e mentale. Secondo l’ideatrice della dieta, la dottoressa Natasha Campbell-McBride, una cattiva alimentazione e un’eccessiva permeabilità intestinale sono strettamente legati alla salute fisica e mentale complessiva. La teoria dell’alimentazione GAPS afferma che, eliminando determinati alimenti, si può migliorare notevolmente lo stato di salute intestinale, ottenendo così un miglioramento delle condizioni di salute e del benessere generale.

Immagine di intestino

Secondo la Dr. Campbell-McBride, tutti gli alimenti che contribuiscono alla permeabilità intestinale dovrebbero essere esclusi almeno per un periodo dalla dieta quotidiana. Tra questi vi sono sicuramente i cereali, i carboidrati raffinati, i latticini pastorizzati e le verdure amidacee.

La Dottoressa Natasha Campbell-McBride afferma che proprio il protocollo dietetico GAPS è riuscito a migliorare notevolmente lo stato di salute del suo primo figlio affetto dall’autismo. Attualmente, promuove questa dieta come terapia naturale utile per trattare molte condizioni psicologiche, tra cui:

  • Autismo
  • Dislessia
  • Schizofrenia
  • Depressione
  • Disturbo bipolare
  • Sindrome di Tourette
  • Disprassia
  • Disturbo ossessivo-compulsivo

Come funziona?

Il protocollo alimentare GAPS si suddivide in 3 fasi principali: la fase di introduzione, la fase di mantenimento e quella di reintroduzione.

La fase di introduzione è sicuramente la più dura, in quanto prevede l’eliminazione della maggior parte degli alimenti che assumiamo abitualmente. Viene definita anche la “fase di guarigione dell’intestino” e si suddivide in 6 fasi, nelle quali si possono reintrodurre gradualmente alcuni alimenti una volta che il corpo inizia a tollerarli. Si ritiene che l’organismo tolleri bene un determinato alimento quando l’attività intestinale quotidiana è del tutto normale.

Durante la fase di mantenimento, chiamata anche “Dieta completa GAPS”, si può assumere un’ampia varietà di alimenti, tra cui il pesce, la carne fresca, le uova organiche, lo yogurt, il kefir, i grassi animali e le verdure. Ci sono comunque alcune regole da seguire. Chi decide di seguire questa dieta, infatti, dovrebbe evitare di consumare carne e frutta insieme e cercare di acquistare solo alimenti biologici. Inoltre, si consiglia di assumere grandi quantità di cibi fermentati e di evitare i cibi confezionati e gli alimenti in scatola. Tra gli alimenti banditi dalla dieta, vi sono anche quelli contenenti conservanti e coloranti artificiali.

Alimenti della dieta GAPS

Dopo un lungo periodo di dieta ferrea, si può gradualmente passare alla fase di reintroduzione. In questo periodo, è possibile ricominciare ad assumere gli alimenti tolti durante la fase iniziale. Tuttavia, la reintroduzione di certi cibi è consigliata solo quando la persona ha sperimentato un periodo caratterizzato da normali movimenti intestinali e da una corretta digestione. Se reinserendo alcuni alimenti la persona non nota la comparsa di problemi digestivi, può gradualmente aumentare le quantità e la varietà degli alimenti.

Va precisato comunque che non si tratta di una dieta a breve termine, ma di un protocollo alimentare che, se seguito alla lettera, richiede un tempo di circa due anni prima di poter ricominciare a seguire una dieta varia e completa.

Dieta GAPS opinioni

Nonostante questa dieta prometta un miglioramento delle condizioni di salute generali, attualmente non si hanno prove a sufficienza a sostegno dei suoi presunti benefici. Ad oggi, infatti, i ricercatori non hanno ancora studiato i reali benefici derivanti da questo protocollo alimentare. Quindi, non si può stabilire con certezza se questa dieta possa trattare alcune condizioni psichiatriche e neurologiche che colpiscono il cervello.

Anche se la ricerca attuale sostiene il fatto che esiste una connessione tra la salute dell’intestino e quella del cervello, non esistono prove evidenti che dimostrino che questa dieta possa migliorare condizioni psicologiche e comportamentali come l’autismo, la dislessia o l’iperattività.

Per questo motivo, questa dieta negli ultimi anni è stata ampiamente criticata da medici, nutrizionisti e scienziati. Visto che si tratta di un regime alimentare restrittivo, molti nutrizionisti sostengono che non possa soddisfare tutti i bisogni nutrizionali dell’organismo. Per evitare di sviluppare carenze nutrizionali, ti consigliamo di non intraprendere questo percorso alimentare senza prima consultare un nutrizionista esperto.

Dieta GAPS Libro italiano

Se sei interessato a conoscere meglio questa dieta, puoi acquisire maggiori informazioni leggendo il libro tradotto in italiano dal titolo: “GAPS, la sindrome psico-intestinale”.

Immagine di nutrizionista che fa una dieta

In ogni caso, se desideri dimagrire e mantenerti in salute al tempo stesso, il nostro consiglio è sempre quello di rivolgerti ad uno specialista della nutrizione. In questo modo, potrai iniziare a seguire un programma dietetico creato su misura per le tue esigenze personali!

Quanto ti è stato utile questo post?

Clicca sulle stelle per votare!

Voto 5 / 5. Conto voti: 1

Nessun voto. Vota per primo!

Visto che hai trovato utile il post ...

Seguici sui social!

Ci dispiace che non hai trovato utile il post

Dammi un parere

Come posso migliorarlo?

Prodotti consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Totalcrunch

Negli ultimi anni, sempre più persone hanno deciso di iniziare ad allenarsi tra le mura

Immagine di carbone vegetale

Carbone vegetale

Il carbone vegetale, noto anche come carbone attivo, consiste in una polvere molto fine di

Esempio di macchinario per risonanza magnetica

Risonanza magnetica

Devi sottoporti a una risonanza magnetica ma non sai esattamente cosa aspettarti da questo esame?

Immagine di donna che misura il suo BMI

Calcolo BMI

Oggi è possibile trovare moltissimi siti online che permettono di calcolare il proprio BMI, ovvero

Immagine di carboidrati da ridurre durante la dieta lipolitica

Carboidrati

Ai nostri giorni, sempre più persone decidono di escludere i carboidrati dalla propria dieta alimentare,

Ultimi articoli

Totalcrunch

Negli ultimi anni, sempre più persone hanno deciso di iniziare ad allenarsi tra le mura domestiche. L’allenamento da casa presenta

Immagine di carbone vegetale

Carbone vegetale

Il carbone vegetale, noto anche come carbone attivo, consiste in una polvere molto fine di colore nero, ottenuta dalla combustione

Esempio di macchinario per risonanza magnetica

Risonanza magnetica

Devi sottoporti a una risonanza magnetica ma non sai esattamente cosa aspettarti da questo esame? Allora hai trovato l’articolo giusto

Immagine di donna che misura il suo BMI

Calcolo BMI

Oggi è possibile trovare moltissimi siti online che permettono di calcolare il proprio BMI, ovvero l’indice di massa corporea. Molti

Immagine di carboidrati da ridurre durante la dieta lipolitica

Carboidrati

Ai nostri giorni, sempre più persone decidono di escludere i carboidrati dalla propria dieta alimentare, con l’obiettivo di perdere peso

Privacy Policy Cookie Policy