Calcolo settimane di gravidanza

0
(0)
Donna in gravidanza

Hai scoperto di essere in dolce attesa e non vedi l’ora di scoprire di quante settimane sei? Sapere in quale settimana di gestazione ti trovi è molto importante, in quanto ti permetterà di monitorare lo sviluppo del tuo bambino e di conoscere la probabile data in cui potresti partorire.

Acquisire queste informazioni ti consentirà di arrivare al giorno del parto più preparata e soprattutto, più serena. Inoltre, conoscere l’età gestazionale permette di seguire al meglio la propria gravidanza, effettuando tutte le visite di controllo necessarie al momento giusto.

Ma come si esegue il calcolo settimane di gravidanza in maniera corretta? Per rispondere a questa domanda, abbiamo deciso di fornirti una guida dettagliata su come calcolare le settimane di gravidanza. Siamo certi che attraverso questo articolo, potrai acquisire tutte le informazioni che ti servono per iniziare questo meraviglioso viaggio in totale serenità!

Calcolo settimane di gravidanza: a che settimana sono?

Quando si scopre di essere incinta, una delle prime domande che ci si pone è: “Di quante settimane sono?” Conoscere questa informazione è fondamentale per seguire al meglio tutte le fasi della gravidanza e per prendersi cura del feto che sta crescendo all’interno dell’utero.

Feto nell'utero

 

Per eseguire un calcolo gravidanza corretto, è necessario partire dal primo giorno dell’ultimo ciclo mestruale. La data di inizio dell’ultima mestruazione è piuttosto facile da individuare e per questo si sceglie di iniziare il conteggio da questo giorno piuttosto che dalla data del concepimento. Il giorno in cui è avvenuto il concepimento infatti, è più difficile da stabilire in quanto lo spermatozoo può impiegare anche alcuni giorni per fecondare l’ovulo rilasciato durante l’ovulazione. Solitamente il concepimento avviene due settimane dopo il primo giorno delle mestruazioni, in prossimità dell’ovulazione. Nel momento in cui le mestruazioni tardano ad arrivare, si effettua il test di gravidanza per capire se si è incinta o meno. Una volta che la gravidanza è confermata, si cerca di capire in quale settimana ci si trova.

L’inizio della gravidanza viene stabilito in corrispondenza della prima data delle ultime mestruazioni. Da questo giorno, si contano circa 40 settimane per arrivare alla data presunta del parto. Mediamente la gravidanza dura 280 giorni ma si tratta di un calcolo approssimativo. La nascita infatti può avvenire a partire dalla 38esima settimana fino alla 42esima.

In poche parole quindi, se vuoi sapere in quale settimana ti trovi, ti basta ricordare il giorno in cui sono iniziate le tue ultime mestruazioni e sommare 40 settimane a questa data. Eseguendo questo semplice calcolo, potrai ottenere la data presunta del parto e la settimana gestazionale odierna.

Calcolo settimane gravidanza: regolo ostetrico

regolo ostetrico per calcolo settimane gravidanza

Il conteggio settimane gravidanza non è importante solo per la futura mamma, ma anche per i medici e per i ginecologi. Conoscere l’età gestazionale infatti è fondamentale per fissare i vari appuntamenti e le visite di controllo nel periodo giusto. Per eseguire un conteggio corretto, il medico si avvale dell’impiego del regolo ostetrico, uno strumento ideato proprio per tracciare tutte le fasi della gravidanza. Questo strumento permette non solo di sapere in quale settimana ci si trova, ma anche di calcolare i giorni compiuti di gravidanza. Ad esempio, se il regolo ostetrico indica che ti trovi a 12+5, significa che hai già superato la dodicesima settimana e ora ti trovi al quinto giorno della tredicesima.

Calcolo settimane di gravidanza: perché farlo?

Il calcolo delle settimane di gravidanza non è utile soltanto per soddisfare la curiosità dei futuri genitori, ma è importante soprattutto per monitorare lo sviluppo e la crescita del feto. Nel caso in cui la presunta data risulti precoce o al contrario tardiva, il medico può programmare il parto in maniera tale da tutelare la salute e il benessere sia del bambino che della mamma. Questo conteggio si rivela dunque fondamentale affinché la futura mamma possa affrontare una gravidanza sicura e serena fino ad arrivare al lieto evento.

L’ecografia è uno strumento di fondamentale importanza per controllare in modo accurato lo stato di salute dell’embrione, le sue dimensioni e per confermare il conteggio delle settimane di gravidanza. Se hai scoperto da poco di essere incinta, potrai effettuare la prima ecografia nel periodo che va dalla settima alla decima settimana di gravidanza. Se il tuo ciclo è irregolare, è più probabile che ci sia stato qualche errore nel calcolare la data iniziale. Tuttavia, grazie alla prima ecografia il ginecologo potrà calcolare la data esatta dell’inizio della gravidanza.

Di quante settimane sono incinta: gravidanza più lunga o più corta?

Come abbiamo detto, la gravidanza mediamente dura 40 settimane, ma si tratta soltanto di un calcolo approssimativo. In realtà, quando la donna incinta giunge al termine della 38esima settimana, il bambino all’interno dell’utero è già pronto per venire alla luce. Secondo le statistiche, il 97% delle donne partorisce nel periodo che va dalla 38esima settimana alla 42esima. La durata della gravidanza può essere influenzata dalla familiarità e da quanto dura mediamente il ciclo mestruale.

Generalmente, chi ha cicli mestruali più lunghi partorisce più tardi rispetto alle donne che hanno cicli brevi di meno di 28 giorni. Chi invece ha un ciclo mestruale regolare che solitamente dura 28 giorni, ha più probabilità di partorire nella data presunta del parto o nei giorni vicini. In tutti i casi, si tratta di calcoli approssimativi che non possono stabilire con assoluta precisione la data in cui avverrà il parto.

In conclusione, abbiamo visto che scoprire di quante settimane sei incinta è possibile e non è affatto complicato. Ti basta conoscere la data di inizio delle tue ultime mestruazioni per calcolare la presunta data del parto e per capire in quale settimana ti trovi.

Ecografia per calcolo settimane di gravidanza

Naturalmente, una visita di controllo dal tuo ginecologo ti permetterà di conoscere maggiori informazioni in merito alla tua gravidanza e allo sviluppo del tuo bambino. Inoltre, attraverso l’ecografia e l’impiego del regolo ostetrico, il medico calcolerà con esattezza le settimane di gravidanza e la data più probabile in cui potresti partorire. Siamo certi che in questo modo potrai arrivare più preparata al grande giorno e vivere questa meravigliosa avventura con entusiasmo e serenità!

Quanto ti è stato utile questo post?

Clicca sulle stelle per votare!

Voto 0 / 5. Conto voti: 0

Nessun voto. Vota per primo!

Visto che hai trovato utile il post ...

Seguici sui social!

Ci dispiace che non hai trovato utile il post

Dammi un parere

Come posso migliorarlo?

Prodotti consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy Cookie Policy